Abolizione dei voucher, come possono proseguire le collaborazioni?

Abolizione dei voucher, come possono proseguire le collaborazioni?

Di Roberto Mazzoleni, 20 marzo 2017

Buongiorno a tutti.

Avrete certamente saputo, dai mezzi di comunicazioni o perché sabato mattina il vostro tabaccaio di fiducia vi ha negato l’acquisto di voucher, che il governo con decreto n.25 del 17 marzo ha disposto l’abolizione immediata dei voucher con l’unica possibilità, per chi li avesse già acquistati di utilizzarli fino alla fine di quest’anno.

Non voglio entrare in considerazioni su tale provvedimento, ma voglio concentrarmi sul dare risposta alle persone che oggi mi chiedono: e adesso cosa faccio? Ci sono delle alternative?

In attesa che tale tema venga ripreso in considerazione da chi ci governa, vedo solo una possibilità :

  • L’assunzione dei soggetti che prima erano interessati ai voucher: con contratti part-time o contratti a chiamata (facendo attenzione che per tale ultima tipologia la legge prevede che possano essere attuate a soggetti under 25 anni o over 55 anni).

 

Diverse perone mi dicono di voler continuare con le vecchie prestazioni occasionali a ritenuta d’acconto.

Vi voglio ricordare che con l’introduzione del jobs act,  si può definire lavoratore che effettua una prestazione occasionale chi si obbliga a compiere, dietro corrispettivo, un’opera o un servizio con lavoro prevalentemente proprio senza vincolo di subordinazione, né potere di coordinamento del committente ed in via del tutto occasionale.

Quindi è un’attività di lavoro autonomo che deve rispettare:

  • Mancanza di continuità e abitualità della prestazione di lavoro autonomo;
  • Mancanza di coordinamento della prestazione – Affinché vi sia coordinamento occorre che l’attività sia svolta all’interno dell’azienda o nell’ambito del ciclo produttivo del committente.

Personalmente la vedo dura che, ad esempio, il cameriere di sala di un ristorante che lavora solo il sabato sera possa essere considerato un lavoratore autonomo occasionale.

Vedremo se ci saranno sviluppi.

A presto

Roberto

 

Facebook

Lascia un commento