Vietato stare fermi. Ora più che mai.

Vietato stare fermi. Ora più che mai.

Di Roberto Mazzoleni, 4 Maggio 2020

nei miei precedenti interventi vi ho segnalato le due cose fondamentali che dovete mettere in pratica in questo periodo:

Fare previsioni di cassa e tenerle monitorate costantemente, per salvaguardare la liquidità aziendale che è “l’acqua per affrontare il deserto”; CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU’

Voglio oggi farvi partecipe della mia esperienza personale su un altro punto fondamentale:

Mantenere attive le relazioni, in sostanza fare “marketing

Il mio Studio da quattro anni svolge un’intensa attività di web marketing : comunicazione, informazione costante, posizionamento sui social network, organizzazione di eventi specifici per fare “cultura d’impresa”… tutte attività a cui dedichiamo tempo e risorse per permetterci di essere sempre visibili verso i nostri clienti ed il mercato dei potenziali clienti “in target”.

Facciamo tutto ciò grazie alla collaborazione con una web agency – la VP Strategies srl di Piersandro Mazzoleni e di Francesco Valaguzza – per fare in modo che questa attività non sia estemporanea, casuale e frutto solo del cavalcare l’onda del momento.

Come un po’ per tutte le cose, ritengo infatti che debba essere fatta in modo professionale, organizzata sulla base di una strategia di fondo e costantemente alimentata di veri contenuti.

Solo così si può pensare di avere risultati apprezzabili e verificabili.

Però, io, non mi fermo qui.
Personalmente considero fondamentali per la mia attività professionali le relazioni che nascono con le persone. Dai diversi ambiti in cui sono stato attivo – i mei hobby e le mie passioni (la politica prima piuttosto che l’impegno nel calcio dilettantistico –  ma anche da attività più ludiche (una vacanza al mare è stata l’occasione di conoscere potenziali clienti, tanto per fare un esempio) ho sempre ricevuto spunti per far nascere rapporti professionali.

Il segreto quale è stato? Secondo me, non essere andati a cercarli.

Mi spiego meglio: io ero in politica perché mi piaceva, sono nel calcio perché mi appassiona. La gente mi conosce per quello che sono, aumenta la relazione con me e poi, quando si fida, fa il passo professionale.

In sostanza il passaggio:

  • è che assumi visibilità (la gente ti vede e può iniziare una relazione con te)
  • che sfocia in credibilità (inizia a fidarsi di te)
  • e può portare profittabilità (inizia un rapporto professionale con te o ti referenzia).

Che se ci pensate bene, sono le caratteristiche di base del “passaparola” : lo strumento di marketing principale, che tutti noi abbiamo utilizzato per far crescere le nostra attività.

Tu fai bene verso un tuo cliente, e lui parla bene di te e ti consiglia all’amico o al suo collega. Questa è la referenza.


Conoscenza, Passaparola e Referenza. Sono le parole su cui si basa il “metodo BNI”.

Si, anche io ho abbracciato questa organizzazione – che esiste in tutto il modo – un anno fa, quando, con altri professionisti ed imprenditori abbiamo fondato un capitolo (gruppo) per la Valle Brembana (infatti l’abbiamo chiamato capitolo “Arlecchino”).

Che cosa fa un professionista o un imprenditore in BNI?

Crea relazioni.

Presenta se stesso, la propria azienda, i propri punti di forza. Conosce gli altri membri del gruppo – rigorosamente in ogni capitolo vi è un’unica azienda per ogni attività, ergo non c’è la concorrenza – e secondo il principio base del “Givers Gain” ci si aiuta a vicenda. Io ti referenzio perché ti ho conosciuto, ho valutato la tua affidabilità e sono in grado di potermi fidare di te e dare il nome ad un mio contatto che ha bisogno del tuo prodotto o servizio. Per guadagnarci cosa? Non di certo una provvigione (sono assolutamente vietate), ma l’aiuto (referenza) che il membro farà per te.

Una figata. Certo, serve impegno nel presenziare alle riunioni in maniera attiva e puntare alla crescita delle tue relazioni con gli altri membri nel capitolo. Se non ti conoscono, non ti referenzieranno, cioè non attiveranno il famoso passaparola.

BNI non è altro che un metodo che attiva il passaparola in maniera professionale.

Quindi il messaggio finale è il seguente: se come me sei convinto che:

  • non puoi stare fermo, anzi “non devi stare fermo” 
  • i clienti non vengono da te perché sei bello e se vengono da te solo perché fai il prezzo più basso ti molleranno alla prima occasione

allora devi in tutti i modi far conoscere le potenzialità della tua azienda, del tuo studio, della tua attività locale.

Io ti posso aiutare nel farti partecipare con me (in questo periodo le riunioni sono in videoconferenza e quindi nemmeno ti devi muovere da casa o dall’ufficio) all’incontro del nostro capitolo – BNI Arlecchino – e ti do la possibilità di entrare in relazione con più imprenditori e professionisti e far conoscere la tua realtà.

Pensaci. E poi chiamami… ti spiegherò il tutto.

Un abbraccio. Roberto

Facebook

Lascia un commento